Metti un viaggio a Bruges…

Rieccoci: in queste settimane che – dopo l’uscita dell’ebook – ci separano dalla pubblicazione della versione cartacea di Metà di tutto, cercheremo di incuriosirvi attraverso la scelta di tre particolari elementi estratti dal libro, tre indizi che vi aiuteranno a entrare nelle pagine del mio nuovo romanzo.

Per prima cosa abbiamo scelto di accompagnarvi nella Venezia fiamminga: la romantica Bruges e il suo meraviglioso centro storico medievale (proclamato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, e non è poco) fanno infatti da sfondo a un avventuroso viaggio dei protagonisti della nostra storia. Una città in cui perdersi e, magari, ritrovare se stessi. E non solo…

“Bruges è una città ricca di colori, piena di canali e ci sta accogliendo con il suo invito, nemmeno troppo nascosto, ad entrarle dentro. Lo faremo. Prima dobbiamo fare i compiti. È buio e a ogni portone risaltano le luci blu dei citofoni, insieme alle luci bianche dei numeri civici. Il blu colora anche l’aria intorno a noi. Sono alberi blu. È colpa loro. Ci sono delle sculture luminose davanti a noi a generare un’aurea bluette diffusa da una nebbiolina discreta e ricca di buoni propositi”.

Lo avrete capito, Bruges è una città di cui mi sono innamorato e per questo mi sono divertito a immergervi i protagonisti del mio nuovo romanzo. Oltre a questo, però, non posso aggiungere altro: non vi resta che aspettare l’uscita cartacea, oppure correre a procurarvi l’ebook di Metà di tutto (cliccando qui ritrovate la pagina del sito ufficiale della casa editrice Effatà con tutte le info e i link per scaricare la versione digitale).

Buona vita a tutti!

Lascia un commento