Fai la tua recensione

Fai la tua recensione dopo aver letto il libro, senza aver paura di essere impopolare o sgarbato/a, tanto io insegno matematica e fisica, non lettere, quindi vale tutto.

Ci sarà una sezione del sito con tutte le vostre recensioni. Siate buoni vi prego !!!

Manda una email a : info@lafestadeilimoni.it . Indicando il tuo nome (se vuoi il cognome) e la tua età, se sei donna fatti lo sconto da sola sugli anni. Grazie.

9 pensieri su “Fai la tua recensione”

  1. si può fare la recensione delle recensioni?
    Ma che belle!! siamo tutti così coinvolti che mi sembra di stare in un grande abbraccio: parenti, amici, studenti, medici, infermieri, professori.
    ma quanta brava gente c’è in giro!! dov’è finito tutto il cinismo, lo scassamento, l’indifferenza di cui tanto si parla, se basta un libro scritto e letto con il cuore per fare emergere tanta umanità.
    Bravo Marco e bravi quelli che comprano il libro.
    Grazia

  2. Anch’io ho letto il tuo libro in un pomeriggio, tutto d’un fiato, e devo dire che anche se in realtà ti conosco poco, in ogni pagina ti riconoscevo. Sei stato bravo, è coinvolgente, ben costruito e anche ben scritto. Ci sono alcune pagine che mi sono piaciute tanto, tipo quella in cui paragoni il pianto al temporale… Ah, volevo dirti, non me la prendo se detesti i francesi, però ti devo fare un appunto da proffia: sorella si scrive soeur non seur ! Un abbraccio,
    Silvia (non saprò mai se rientro nella categoria delle colleghe donne normali?)

  3. Ciao Marco,
    ho letteralmente divorato il tuo libro.
    Complimenti, è bellissimo, allegro e triste al tempo stesso, VERO.
    Traspare tutto te stesso.
    Hai pienamente ragione , la positività E’ BASILARE e allo stesso modo lo è anche la famiglia,
    io ho lottato come te , e come te ho puntato su entrambe le cose e sulla fede che mi ha dato la giusta carica.
    Certe esperienze ti segnano , è vero, ma in positivo.
    Ho come te “imparato ” da quanto mi è capitato;ho cercato di realizzare che in fondo è stata una buona esperienza, che mi ha permesso di affrontare la vita di ogni giorno con una marcia in più. E come te non posso che parlare benissimo dei medici e infermieri che mi hanno seguito ed ancora mi seguono durante il mio cammino di guarigione. La sanità non è poi tutta da buttare…..
    Ti abbraccio con sincero affetto e nella speranza di vederti …..prima dell’uscita del tuo secondo libro……….ti chiedo cortesemente di salutarmi anche Paola e le tue ragazze.
    Rosetta

  4. “La festa dei limoni” …..una lettura come la goccia di un limone…per donare quel tocco di profumo e sapore in più alla tua voglia di vivere!!!! :) libro che è stato letto con il cuore di moglie, con l’affetto di sorella di nome Rosalba e con la passione di fare l’infermiera di oncologia da 26 anni……

    Come addetta ai lavori suggerirò, a tutti i miei colleghi e quando andrò in aula anche ai miei studenti, la lettura di questo libro che ha saputo cogliere l’intensità di gesti e parole che solo chi vive il nostro lavoro e chi lo vivrà potrà gustare con più sapore dopo la lettura!!!! Grazie Marco x il primo obiettivo raggiunto!!!!

  5. Da sempre lettore accanito, mi imbatto nel tuo testo per curiosità. Ho giocato a pallavolo per un bel pò, ora alleno, mi hai arbitrato un tot di volte (forse anche da te qualche cartellino me lo sono preso, ma sei in ottima compagnia). Dicevo, curiosità di pallavolista e di lettore: provo a comperare il libro una prima volta ma , mannaggia, alla Feltrinelli ancora non era arrivato. Una settimana dopo riprovo e intorno alle 17 riesco a prenderne una copia. La sera dico alla mia fidanzata che mi metto un pochetto nel letto a leggere, inizio alle 22 circa…lei nel frattempo vede un bel pò di tv, legge qualcosa, arriva a letto e si addormenta… il finale della storia è lei che mi dice, al mattino successivo: ma stanotte per caso hai singhiozzato? …Ero all’ultima pagina alle 02 circa, non dirò mai se è vero che ho singhiozzato o no. Quel che è stato vero, almeno per me, sono state le emozioni che hai scritto, tanto da sentire il calore dei tuoi sentimenti verso la tua famiglia e anche la fredda e anestetica disperazione del reparto (soprattutto la scena dell’arrivo, quando dici che non vuoi che quello diventi il tuo armadietto, mi ha azzerato la salivazione): ed è vero anche , sempre a mio modestissimo parere, che è scritto bene, davvero…leggero, con una bella terminologia, scritta col cuore ma non solo, anche col desiderio intrinseco che fosse quella giusta per descrivere ciò che veramente volevi arrivasse al fruitore. Ti faccio grandi complimenti qui: sarà un piacere incontrarti sui campi o per le palestre, e sarà un piacere rinnovarteli di persona. Grazie per le 3 belle ore che mi hai fatto passare, e soprattutto per ciò che è rimasto dopo di quelle. Di cuore e di singhiozzi, Andrea

Lascia una risposta

Un progetto per donare la gioia di vivere …

Highslide for Wordpress Plugin